Hip Hop Day's Festival

Hip Hop Day's Festival


A MAIORI IL FESTIVAL DI CULTURA HIP HOP

Un movimento culturale e un genere musicale nati nelle comunità afroamericane e latine del Bronx, ora diffusi in tutto il mondo.
L'Hip Hop è questo e molto di più: è un linguaggio che ha conquistato molti giovani.
Farlo conoscere significa offrire momenti e spazi di aggregazione.
E' per questo che è stato lanciato l'Hip Hop Day's Festival all'interno del Festival della Danza Maiori Grandi Eventi, giunto quest'anno alla sua XIII Edizione.
Il Festival inizia con un meeting sulla cultura hip hop e proseguirà per quattro giorni con lezioni e contest.
Concluderà questo momento il Galà in doppia H , concorso di danza hip hop che avrà come giuria i maestri che hanno tenuto le lezioni durante la settimana.

LA CULTURA HIP HOP

Hip Hop Day's FestivalL'hip hop è un movimento culturale nato nell'anno 1973.
Il movimento ha probabilmente mosso i primi passi con il lavoro di DJ Kool Herc che, competendo con DJ Afrika Bambaataa, si dice abbia inventato il termine "hip hop" per descrivere la propria musica.
Cuore del movimento è stato il fenomeno dei Block party: feste di strada, in cui i giovani afroamericani e latino americani interagivano suonando, ballando e cantando a ritmo della musica.
Tutto ciò contribuì a creare un'identità comune in questi giovani che vedevano la città sia come spazio di vita sia come spazio di espressione,ogni persona era libera di esprimere i propri sentimenti con questo nuovo metodo musicale.
Negli anni ottanta/ novanta, gli aspetti di questa cultura hanno subito una forte esposizione mediatica varcando i confini americani ed espandendosi in tutto il mondo. Il riflesso di questa cultura "urbana" ha generato oggi un imponente fenomeno commerciale e sociale, rivoluzionando il mondo della musica, della danza, dell'abbigliamento e del design.
I fattori che hanno influenzato la cultura hip hop sono complessi e numerosi. Sebbene la maggior parte delle influenze possono essere rintracciate nella cultura africana, la società multiculturale di New York è il risultato di diverse influenze culturali che hanno trovato il loro modo di esprimersi all'interno delle discipline dell'hip hop.
Mosse, gesti e abbigliamento subito diffuso tra i ragazzi che si erano dedicati a questo genere di musica fra il 1990 e il 1999 proliferavano fra le comunità afroamericane e latino americane del Bronx e successivamente in tutto il mondo.
Uno dei più importanti aspetti è il concetto di battle (battaglia). Le battaglie sono in buona sostanza competizioni tra due Mc (Master of Cerimonies) a colpi di rime rap, pratica datata nei primi anni della cultura hip hop.
Lo scopo di tali battaglie è di svalutare il proprio avversario e le proprie qualità liriche o personali, oltre a ricercare il favore del pubblico per la propria performance.
Il livello di impressione destato nel pubblico dai competitori di tali sfide è determinato da varie forme di espressione, dall'abilità, dagli insulti utilizzati e dalla capacità di "muovere la folla".
La reazione del pubblico determina la vittoria, riconoscendo il migliore "poeta". La maggior parte dei veri battles si svolgono nei club hip hop underground e negli eventi similari, sebbene altri si svolgano informalmente negli angoli delle strade.

IL WRITING

Hip Hop Day's FestivalL'hip hop è un movimento culturale nato nell'anno 1973.
Nei tempi passati, i graffiti ricoprivano un speciale significato tra gli elementi della cultura hip hop, si tratta di una forma d'arte esistente già dagli anni 1970, pur essendosi sviluppata in maniera decisiva solo nei tardi anni ottanta per fiorire durante la decade successiva.
I Graffiti, nella cultura hip hop, diventarono un modo per etichettare una crew o una gang, e fu utilizzato soprattutto in tal senso negli anni 1990 nella metropolitana di New York, espandendosi più tardi agli altri muri della città.
Questo movimento dai treni ai muri fu incoraggiato dagli sforzi dell'autorità dei trasporti di New York (Metropolitan Transportation Authority) per sradicare l'abitudine dei graffiti dalle loro proprietà.
La prima forma di graffiti nella metro era una firma fatta con vernice spray, detta tag, che presto si sviluppò in grandi ed elaborate lettere, complete di effetti di colore, ombreggiature, 3d, eccetera. Con il passare del tempo, il writing si sviluppò artisticamente e cominciarono a definire fortemente l'aspetto delle aree urbane.
Alcune crew hip hop hanno mutuato il loro nome attraverso i graffiti, così come i Black Spades di Afrika Bambaataa.
Nel 1976, artisti dei graffiti quali Lee Quinones iniziarono a dipingere interi murales con elaborate tecniche.
Rapidamente il resto del mondo imitò ed adattò questa arte.
Oggi quindi, tale forma d'arte è presente fortemente anche in Europa, Sud America, Australia e Giappone.
I Graffiti sono stati demonizzati da alcune autorità e associate con leggerezza a violenza, guerra fra bande, droga e microcriminalità. Nella maggior parte delle legislazioni, creare graffiti su pubbliche proprietà senza permesso è considerato crimine punibile con multe o reclusione.

Hip Hop Day's FestivalL'HIP HOP è uno stile dinamico di danza.
Il "breaking" (Il termine breakdancer - spesso contratto in breaker) è il primo stile creatosi per quanto riguarda la danza hip hop, a cui ben presto si aggiunsero molti altri stili, che, a differenza del breaking (nato da passi della capoeira), si formarono su ritmi tipicamente funky.
Tra i maggiori ricordiamo il "popping", il "locking", il "boogaloo", il "tutting".
Era comune durante gli anni settanta-ottanta vedere gruppi di persone con una radio su campi di basketball, marciapiedi e simili, esibirsi in shows di breakdance per un pubblico anche vasto.
Al giorno d'oggi possiamo osservare l'evoluzione dell'hip hop, che va dall'"house" al "Krumping", fino al newstyle hip hop in generale.
La danza new style proviene dal breakdancing, ma non consiste esclusivamente in movimenti tipici della breakdance.
Diversamente da altre forme di danza, che sono spesso strutturate, la new style ha poche (o nessuna) limitazioni di posizione o di passi.
La grande differenza tra new style e breakdance è che la new style si balla generalmente in piedi invece la breakdance ha si dei passi in piedi (toprock), ma, generalmente, si balla "per terra".
La breakdance si diffuse dall'America all'Europa, poi in tutto il mondo.
La danza hip hop è in continua evoluzione: dapprima ballata sulle comuni ottave della musica, essa è ora costruita sulle parole "rappate" dai rappers nelle canzoni, dando così molta più possibilità di inventiva ad un ipotetico coreografo.
La musica Dubstepha inoltre contribuito a questo sviluppo, essendo essa caratterizzata da suoni "tempestivi" e decisamente particolari che, come per le parole nelle canzoni, danno molto spazio alla fantasia di chi sceglie di utilizzarne dei pezzi per ballarci sopra.
Oggigiorno molte scuole di ballo offrono l'opportunità di imparare le danze hip hop. Solitamente si tratta di breakdance o combinazione di elementi di genere diverso.
Poiché le danze hip hop sono un genere molto vasto, l'insegnante ha la possibilità di dare una propria interpretazione personale alle lezioni, mescolando i generi persino andando ad avvicinarsi a quella che più propriamente viene definita danza jazz.